• IT
  • DE

Per raccontare ancora

Cari amici,
molti di voi mi chiedono se questo sito internet avrà un seguito. Io ho il desiderio di mantenerlo attivo per vari motivi, il primo è quello di dare la possibilità alle persone che non hanno avuto modo di incontrare Walter di conoscere il suo pensiero, il suo stile di vita semplice di uomo buono,il suo sorriso contagioso, il suo amore per la famiglia e la grande passione per le montagne, la capacità di credere nei “sogni” ma soprattutto la voglia di provare a realizzarli, cosa che ha fatto fino all’ultimo attimo della sua vita, sempre nel rispetto dell’uomo e della natura.
Il secondo motivo è quello di tenervi aggiornati su eventi od incontri che si terranno in suo ricordo.
Attraverso una rubrica che curerò personalmente sarà mia premura d’ora in poi ufficializzare tali eventi. Dico questo perché, purtroppo, dopo il tragico incidente di Walter, qualcuno ha cercato di strumentalizzare il suo nome e la sua immagine per interessi personali, ben lontani dal cuore; persone con un modo di vivere e di pensare diverso dal nostro.
Per noi l’onestà la trasparenza ed il rispetto per ”l’ALTRO” sono dei valori fondamentali ed è questo che io e Walter abbiamo deciso di insegnare ai nostri figli e anche se il mondo d’oggi tende ad andare verso un’altra direzione io continuerò a seguire la strada che abbiamo intrapreso insieme.
A voi cari amici che siete sempre molto sensibili e attenti chiedo la gentilezza di segnalarmi qualsiasi cosa venga fatta in nome di Walter che non sia stata pubblicata su questo sito. Fatelo per lui.

Le conferenze erano per Walter l’occasione per trasmettere agli altri la sua grande passione , per spiegare perché continuava ad andare in montagna,raccontava di grandi amicizie, di incontri interessanti e costruttivi, di gioie per le vette raggiunte e di paesaggi meravigliosi, ma anche di grandi sofferenze per la perdita di amici e tutto questo lo faceva in modo semplice e naturale e riusciva sempre ad entrare nel cuore della gente perché in fondo era uno di voi.
Un altro motivo è quello di mantenere una porta aperta a possibili futuri progetti in memoria di Walter, ne ho già alcuni in testa ma necessitano di tempo e di studio prima di poter essere realizzati e poi ho bisogno anch’io di un po’ di tempo per abituarmi a questo nuovo vivere senza di Lui, dico abituarmi perché anche se i mesi passano la nostalgia è sempre più forte e devo trovare un mio equilibrio. Per fortuna ci sono i nostri bambini che mi danno tanta gioia ed è proprio su di loro che concentro quasi tutte le mie energie perché desidero che crescano sereni nella consapevolezza di aver avuto un papà che li ha amati più di ogni altra cosa.

Vi ringrazio infine per il vostro affetto, e voglio ringraziare ancora una volta chi ha dato un contributo attraverso il conto che ora è stato chiuso, mi dispiace molto non poterlo fare singolarmente e personalmente ma confido nella vostra comprensione
è comunque molto importante per me farvi sapere che SARETE SEMPRE TUTTI NEL MIO CUORE COME EROI SILENZIOSI.

Nella speranza che continuerete a seguirci vi confermo che potete contattarmi attraverso il form dei contatti e potrete dialogare con me anche attraverso Facebook dalla fanpage.

Manuela

8 Comments on “Per raccontare ancora”

  • by Rita

    Ciao Manuela, in questi giorni mi sono collegata spesso al sito con la speranza di trovare qualche tuo aggiornamento, ma niente…oggi invece ho trovato questa tua lettera, sono contenta che continui a portare avanti ciò che aveva iniziato Walter….un abbraccio forte e un bacione ai bimbi….

  • by Michele Endrizzi

    Ciao Manuela, è invidiabile la tua tenacia e la forza di volontà…queste caratteristiche sicuramente erano anche di Walter.
    Ti ho pensata molto in questi giorni; martedì perchè era la giornata per la donna e tu con la tua forza interiore dimostri come solo le donne possono avere nei momenti di sofferenza e dolore la capacità di portare avanti, la vita e i sogni del proprio amore.
    Oggi ho pensato a te per il tuo piccolo Erik che oggi festeggia il suo compleanno. Sicuramente lo festeggerete nel ricordo di suo papà, perchè Walter dal cielo con un suo soffio di vento aiuterà Erik a spegnere le candeline.
    Un abbraccio Michele Orietta e Mattia

  • by Franca

    Cara Manuela, e’ sempre bello leggere quello che scrivi.
    Un grande abbraccio a te e i bambini.
    Franca

  • by simone

    Ciao Manuela, mi chiamo Simone Pastorino, sono un collega di Walter. Con lui ho frequentato il 93 °corso nel 1991 in Sardegna. Dopo per via delle diverse destinazione non ci siamo più rivisti.Ci siamo risentiti ma solo raramente così come con gli altri allievi del corso; pero’, in un anno, quando mangi, dormi, studi e lavori accanto ad altre persone impari a conoscerle molto bene. Possono passare anche cinquant’ anni senza più rivederle che le facce , i pregi e i difetti non li scordi. Con Walter , ai tempi in cui non c’era internet ci siamo scritti e sentiti per telefono anche se raramente .L’ultima volta l’ anno scorso per e-mail.Questa sera ho sentito il bisogno di aprire il vostro sito Manuela per un motivo che ora ti racconto anche se può sembrare banale : questa mattina dopo avere finito di lavorare alle sette sono andato a dormire con il solito dolore (soffro di pubalgia). Durante il sonno ho sognato Walter che sorridendo mi diceva “Simone, dovresti stare un p0′ a riposo per farti passare la pubalgia….quando ti è passata fai delle flessioni sulle gambe per rinforzare il quadricipite femorale.Perdi anche qualche kilo mangiando meno strudel(quello di sua mamma che portava in Sardegna era fantastico!!!)dopo di che rideva per alcuni secondi, pacca sulla spacca e mi salutava con la mano aperta..
    Non so se le flessioni sul quadricipite femorale possano essere d’ aiuto per la pubalgia anche se mi informero’; certo è che a mezzogiorno, quando mi sono svegliato ero felice di averlo visto in sogno! E’ proprio vero che gli amici, puoi non rivederli per tanto tempo ma di loro ti rimarrà sempre qualcosa. Un abbraccio a te e ai vostri meravigliosi figli che a giudicare dalla grinta nelle foto promettono bene…
    P.S. Se Walter torna a trovarmi ti faccio sapere ciao ciao

  • by daniela

    cara Manuela,siamo arrivati a Kathmandu poco dopo la morte di Walter e miss Hawley ci ha informato del suo rientro in Italia.Abbiamo molto pensato sia a lui che alla sua famiglia ;è passato un anno e leggendo il suo sito mi è venuta voglia di dirti quanto ammiro il tuo coraggio e la forza del tuo amore.Dall’alto delle nostre amate montagne Walter vi è sicuramente vicino;un abbraccio

  • by Nicolo

    La mia più sentita partecipazione al suo modo di perpetuare la memoria e i valori di un uomo grande. Io sono solo un cittadino ex piccolo scalatore, adesso cerco solo di dare il gusto delle cose vere ai miei figli tra ricerca dell aria libera e della onesta che la montagna richiede. Se faro ilmemorial Nonesso di corsa mi permetterò di salutarla

  • by Franco

    Cara Ma uela ti faccio un grande in bocca al lupo per tutto a presto gli amici di calenzano fi

  • by solo

    Рuis-je vous piqueг deux-trois lignes sur un blog ?

Leave a comment...