• IT
  • DE

Ciao Walter!!! Sono già 5 anni

3 ottobre 2010 – 3 ottobre 2015

A WALTER

Ciao Walter!!!
Sono già 5 anni che non sei più fisicamente tra noi, suona strano, ma ricordi?Il 5 Era il nostro numero!
La tua data di nascita e la mia
5+5 = 10 la data di nascita di Erik
5+5+10 = 20 il giorno in cui è nato Patrik.
Ci sembrava un numero perfetto e ogni tanto, un po seriamente e un po scherzando, ci dicevamo che sarebbe stato bello avere un altro bimbo ,così saremo stati in 5 ma doveva nascere per forza o il 25 o il 30 e quello poi ci avrebbe fatto sicuramente uno scherzo e sarebbe nato in un giorno che non c’entrava niente con i multipli del 5.E allora ci facevamo una bella risata e ricordo che mi dicevi” Manu io sono già un uomo fortunato così, non potrei volere di più”.

Ho così tanti bei ricordi di momenti felici passati con te che non dovrei mai sentirmi sola, ma ogni tanto mi capita.
Non esiste una cura per la nostalgia e per quanto forte sono anche fragile…sono umana. Cerco sempre di fare del mio meglio anche se a volte mi capita di sbagliare, credo sia normale ma mi faccio comunque sempre mille domande. Ma poi, si, poi il mio sguardo cade sui nostri figli, Patrik e Erik e li vedo sereni. E allora mi sento più tranquilla e ti ritrovo dentro di loro. E sento che sei ancora qui con noi. C’è tanto di te nei loro occhi, nel carattere, nell’amore per la montagna e la natura, nella passione per lo sport, nella determinazione, nelle marachelle che combinano, nella gioia di vivere, nel grande cuore che hanno, nell’amore che mi regalano ogni giorno, nei loro sorrisi che sono anche il tuo…si perché ogni volta che ti penso ti vedo sempre così, sorridente e allora è automatico, sorrido anch’io. È sempre contagioso quel tuo sorriso!!!!

Ti scrivo questa lettera per ringraziarti ancora e sempre per avermi dato l’opportunità di percorrere un bel tratto di strada con te. È stato un viaggio bellissimo non avrei potuto desiderare di più.
Grazie Walter perché mi hai fatto sentire sempre al centro del tuo universo.
Grazie per tutto l’amore che ci hai dato, per gli insegnamenti, per la tua umiltà e umanità.
Grazie per essere stato un padre e un compagno fantastico.
Per noi la vita continua e lo so che lo sai, ma tu ci sei, sei sempre lì, dentro di noi.
Scusami se ho condiviso questa lettera ma sono sicura che oltre al mio e a quello dei bambini ti giungerà anche il pensiero di chi ha avuto modo di apprezzarti .
Ti vogliamo ricordare sempre allegro e sorridente e allora che ne dici? Proviamo a cacciare la tristezza in un angolo…
“La vita è bella Manu” mi dicevi!!!
“Dobbiamo vivercela tutta pienamente, fino in fondo. È una sola e non possiamo sprecarla. ”
Noi siamo andati come sempre a ricordarti tra le nostre montagne nei nostri luoghi speciali e come spesso accade mi sono emozionata di fronte a tanta bellezza.
C’eri anche tu.
Si, avevi ragione, la vita è bella se ne sappiamo cogliere l’essenza.

Ti voglio bene, ti vogliamo bene.
Manu, Patrik, Erik,
la tua famiglia, i tuoi amici.

A WALTER
A WALTER
A WALTER

A WALTER

3 ottobre 2010 – 3 ottobre 2014

A WALTER

E’ sempre difficile per me trasformare in parole ciò che sento ma credo sia giusto condividere con voi questo giorno, cari amici, di Walter e nostri, voi che ci siete sempre e che in un modo o nell’altro siete entrati a far parte della nostra vita.
Per ricordare l’anniversario della morte di Walter, con Patrik e Erik siamo stati in un luogo per me davvero speciale, non è lontano ed è raggiungibile da chiunque ma questo angolo di Dolomiti ha catturato per sempre una parte del mio cuore.
E’ un posto bellissimo dove io vado spesso, lì con Walter abbiamo trasformato la nostra amicizia in una famiglia, abbiamo sognato, fatto progetti, abbiamo avuto l’ispirazione sul nome da dare ai nostri figli, abbiamo discusso e fatto pace. Siamo stati in silenzio a guardare tramonti o il paesaggio trasformarsi con il cambio delle stagioni, abbiamo pianto amici che lì ci hanno lasciato e condiviso gioie con altri che lì abbiamo conosciuto.
In questo piccolo angolo di Paradiso non c’è solo il cielo blu di ottobre, il bosco che si colora d’autunno, la roccia, l’acqua gorgogliante della cascata, il greto secco del torrente, c’è molto di più, c’è una parte della mia vita e qui io mi sento in pace, sto bene e non ho bisogno di pensare a niente, ho tutto e anche i bambini adorano questo luogo.
Oggi la presenza di Walter mi sembrava più forte che mai, traspirava dai caratteri dei bambini e da tutta la bellezza che ci circondava così ho pensato di lasciarvi alcune foto come ricordo di questo giorno speciale, sono attimi di vita che continua.

Vi abbracciamo tutti forte forte.
A presto.
Manuela Patrik Erik

A WALTER

A WALTER

A WALTER

A WALTER

A WALTER

A WALTER

A WALTER

22 giugno 2012 - è arrivata l’estate

Cari Amici,
io e i bambini abbiamo tanto atteso l’arrivo dell’estate e finalmente eccola qua, è esplosa all’improvviso, facendoci dimenticare il freddo e le brutte giornate che hanno caratterizzato la primavera.

Non vedevamo l’ora di metterci lo zaino in spalla e partire per le nostre piccole escursioni.
Le montagne sono lì, invitanti, bellissime, ancora cariche di neve, spiccano maestose tra il blu del cielo, il verde intenso dei boschi e i mille colori dei prati.

È uno spettacolo che sazia gli occhi e riempie il cuore ed io non smetto mai di guardarle, non posso, ogni volta mi regalano un’emozione che non so spiegare.
Non potrei vivere altrove, sono la nostra casa, qui abbiamo costruito la nostra famiglia, qui Walter c’è, questi luoghi parlano di lui, qui i bambini crescono vivaci, sereni sempre allegri e pieni di curiosità verso questi luoghi tanto belli e non mi stupisco più quando siamo a spasso e uno di loro diventa improvvisamente silenzioso, si ferma, si guarda intorno serio e poi con una luce nuova negli occhi mi guarda ed esclama “mamma ma hai visto che bel panorama”!

Sono momenti magici, dei piccoli doni che mi danno la forza di andare avanti come quando Patrik o Erik se ne escono con qualche battuta o modo di fare tipico del papà, ecco allora comprendo che la vita ha il sopravvento sulla morte, che non è vero che tutto finisce, qualcosa di noi rimane per sempre e non è solo il ricordo di chi abbiamo amato è molto di più.

Nei bambini e nella natura trovo il mio equilibrio e le risposte ai problemi che la vita di ogni giorno mi invita a far fronte, guardo al domani con ottimismo anche se non è sempre facile, faccio del mio meglio, come posso, come fanno quasi tutti del resto, ma ora ci attendono le vacanze e tante piccole nuove avventure.

Auguro a tutti voi una meravigliosa estate e vi ringrazio perché ci siete sempre vicini.
Manuela Patrik ed Erik.

È arrivata l'estate

Due giorni di allegria in Primiero

Sabato 27 marzo ero a Fiera di Primiero per parlare d’alpinismo in occasione del Raduno Scialpinistico Memorial “Camillo Depaoli”.
Domenica 28 sveglia anticipata causa cambio d’orario e via verso San Martino di Castrozza dove, dopo la salita in funivia, è iniziata la vera gita.

Giornata a dir poco stupenda con molta gente pronta ad immergersi nello spettacolare panorama dell’altopiano delle Pale di San Martino.
Arrivati alla forcella Fradusta abbiamo atteso l’arrivo degli amici della Valle del Biois, che partiti da Gares non volevano mancare a questo appuntamento ormai ben consolidato, per poi scendere in Val Canali per il gran finale.

In questa gita ho avuto l’occasione di scambiare alcune chiacchiere con tanta gente, ho fatto molte foto con persone che hanno condiviso questa avventura e anche qualche risata nell’affrontare la discesa.
Giunti in Val Canali, Gianpaolo, il gestore del Ristorante la Ritonda e Nicola, il sommelier del Ristorante Cant del Gal, hanno provveduto al ristoro di tutti i partecipanti.
Vera festa con musica dal vivo, fuori programma ma molto gradita da tutti.

Che dire, due giornate veramente trascorse in allegria con tanta gente giunta da tutte le parti del Nord- Est all’insegna della serenità e tanti amici come Marzia e Nicola, il Dan e Patti e anche “Gion Valanga” e altri ancora. Ogni volta che li incontro non riesco mai a congedarmi da loro, sarà per la loro simpatia o per la mia forte sensibilità, ma in queste occasioni è sempre dura far rientro a casa se non dopo una certa ora.

Ma anche questo fa parte del vivere intensamente una passione che è la montagna.

Due giorni di allegria in Primiero

Due giorni di allegria in Primiero

Due giorni di allegria in Primiero

In caso di neve o pioggia…

Era già da un po’ di tempo che desideravo tracciare una via corta e semplice da poter utilizzare con i miei allievi quando in alto c’è neve o quando il meteo minaccia pioggia.

Approfittando delle stupende giornate del 26 e 27 ottobre, ho salito l’avancorpo che c’è tra il monte Steviola e La Pala da Vit all’inizio della Vallunga (Bz).

La via parte a sinistra dello spigolo e si sviluppa su un primo tiro di circa 30 metri con passaggi di 5c e poi segue lo spigolo per altre due lunghezze di corda che presentano difficoltà minori. In questi ultimi due tiri ho dovuto zig-zagare un po’ per evitare tratti di erba e trovare roccia pulita.

Su questo itinerario oltre che a rilassare la mente ho potuto anche testare la mia nuova telecamera da casco facendo alcune prove per i miei futuri progetti.
Ora qui in valle è arrivata la neve ed è ora di mettere a riposo l’attrezzatura da arrampicata e di tirar fuori gli sci d’alpinismo e più avanti se fa freddo le piccozze da ghiaccio.

Una stagione è finita e ne inizia un’altra molto interessante, per noi che amiamo la montagna ci sono sempre tante belle cose da fare.
Non per ultimo devo ringraziare il mio amico “sagrestano” che soffrendo in silenzio e senza imprecare più di tanto, si rende sempre disponibile a farmi sicura e anche qualche foto.